Tra le ossessioni quello che riguarda il rapporto amoroso, sembra avere un triste primato….

Potremmo definire l’attuale periodo come il più buio di tutti i tempi, se dovesse essere riferito al problema della violenza sulle donne che sempre più spesso ha come triste epilogo, il femminicidio.

E non è neanche facile prevedere tale circostanza, perché i colpevoli ancor prima che carnefici, all’inizio della storia si dimostrano perfetti innamorati, persino romantici e galanti, atteggiamenti che mai al mondo fanno presagire un pericolo mortale.

 Una sana storia d’amore, è un rapporto che ha un’evoluzione che cresce per gradi. Dall’infatuazione e passione dei primi momenti, l’amore sano tende a maturare nel corso degli anni e include impegno, amicizia e un solido rispetto per l’altra persona inclusi i suoi bisogni e aspirazioni.

Le relazioni sane consentono a entrambe le persone di sentirsi amate, curate e rispettate e non interferiscono con l’individualità di ciascuna persona e il perseguimento della propria vita professionale, attività ricreative e amicizie al di fuori della relazione amorosa.

Sfortunatamente, l’amore ossessivo, tende a idealizzare il proprio partner come l’”oggetto” del proprio amore. La differenza tra amore sano e ossessivo è che con quest’ultimo, i sentimenti di infatuazione diventano estremi, espandendosi fino al punto di diventare ossessioni piuttosto che maturare in quella fase successiva, che include valori come amicizia, tolleranza, rispetto e fiducia.

E’ dunque la gelosia la principale causa che può trasformare l’ amore sano in amore ossessivo, una condizione che alla fine può sfociare in furia omicida. A questo punto parliamo di “gelosia delirante”, una condizione che denuncia uno stato di malattia mentale.

Gli individui che soffrono di gelosia delirante, spesso interpretano segnali come un collega che saluta il coniuge o il partner che guarda un passante, come una prova d’infedeltà.

Quindi, gelosia delirante e amore ossessivo, sono una miscela esplosiva che inevitabilmente pregiudicano la relazione amorosa e la qualità di vita. Ma questo non significa che chi soffre di questi disturbi, debba necessariamente diventare violento. Esiste anche la possibilità che l’individuo si annulli. In questo caso può limitare il proprio coinvolgimento in attività ricreative o in altri rapporti sociali, fino a diventare incapace al punto tale di non essere più in grado di lavorare.

Una persona che ama ossessivamente può usare mezzi per il  controllo psicologico, o altre forme di controllo, nel tentativo di mantenere il loro oggetto d’amore vicino. Alcuni esempi possono essere il controllo del denaro o del cibo e in casi estremi lo stalking e la violenza.

In alcuni casi poi si crea una sorta di malsano equilibrio in cui la persona che ama ossessivamente può comportarsi come se fosse dipendente dall’oggetto dell’amore (il partner). A sua volta, l’oggetto d’amore, può avere difficoltà a stabilire limiti e confini chiari sui comportamenti ossessivi.

Che conseguenze provoca l’amore ossessivo?

Il processo che i professionisti della salute mentale si impegnano a valutare con l’amore ossessivo, include la valutazione della persona per garantire che i disturbi mentali che possono presentarsi con questo sintomo vengano considerati e trattati, se presenti. Esempi di alcuni di questi disturbi includono la schizofrenia , il disturbo bipolare , il disturbo delirante, il disturbo ossessivo-compulsivo , un disturbo della personalità o la sindrome cerebrale organica (È un’alterazione dello stato mentale, dell’umore o del comportamento attribuita ad una qualsivoglia malattia organica). I segnali di pericolo che qualcuno soffre di amore ossessivo possono includere quanto segue:

  • Bassa autostima / tendenza al bisogno di eccessiva rassicurazione
  • Parlando ossessivamente del loro oggetto amato
  • Effettuare chiamate ripetute, testi e / o fax sull’oggetto amore
  • Un’intensa attenzione non desiderata all’oggetto d’amore
  • Una tendenza ad avere sentimenti estremamente buoni o cattivi (non equilibrati) nei confronti di qualcuno
  • Una tendenza a concentrarsi solo sugli aspetti positivi o negativi della persona amata
  • Difficoltà a concentrarsi sul lavoro, sulla ricreazione, sulla socializzazione o su altri aspetti della loro vita al di fuori dell’oggetto del loro affetto
  • Tentativi di monitorare o controllare in altro modo la vita e le attività del loro oggetto d’amore
  • Eccessiva gioia

Qual è il trattamento per l’amore ossessivo?

Trattare l’amore ossessivo spesso implica la psicoterapia per entrambi i partner, in particolare se le due persone continuano ad avere una relazione. La consulenza può aiutare entrambe le persone a visualizzare la propria relazione in modo più sano e con l’uso di  tecniche mirate, migliorare la propria autostima. Qualsiasi malattia mentale sottostante dovrebbe essere trattata con farmaci, se appropriato. Se l’individuo col disturbo dell’amore ossessivo inizia a manifestare comportamenti minacciosi o pericolosi, non è consigliato sottovalutare il problema, perché come la cronaca dimostra, i risvolti possono essere tragici. In questo caso conviene rivolgersi senza indugi alle forze dell’ordine richiedendo un ordine restrittivo.