Un cerotto brucerà il grasso della pancia?

E’ quanto emerso secondo uno studio condotto dagli scienziati della Nanyang Technological University di Singapore.

La ricerca nei topi mostra risultati incoraggianti e secondo gli scienziati potrebbe portare a un trattamento indolore ed economico per l’obesità.  Nello specifico il cerotto che contiene centinaia di micro-aghi, più sottili di un capello umano intrisi di farmaco, potrebbero ridurre il grasso della pancia di oltre il 30% in quattro settimane.

Il cerotto deve essere tenuto sulla pelle per circa due minuti, durante i quali i micro-aghi si infileranno nella pelle staccandosi dal cerotto. In questo modo il farmaco agirà con tranquillità e senza alcun fastidio per il paziente che potrà continuare a svolgere le sua attività.

Sebbene le prove siano avvenute sui topi di laboratorio, i risultati sono incoraggianti e pieni di speranza che in un prossimo futuro possano funzionare anche sull’uomo. I farmaci agiscono consumando il grasso bianco che immagazzina energia sotto la pelle, trasformandolo in grasso marrone che brucia energia.

Il professore della NTU Chen Peng e il professore assistente Xu Chenjie, sono certi che questa è la strada per combattere l’obesità.

“Gli esperimenti sui topi  hanno evidenziato come i grassi bianchi cominciassero a ridursi in cinque giorni portando i ratti a un dispendio energetico maggiore e quindi alla riduzione del guadagno di grasso corporeo.
La quantità di farmaci  usata nel cerotto, è più bassa di quella utilizzata nei farmaci somministrati per via orale  o iniettati. Il vantaggio  è una riduzione dei costi e degli effetti collaterali che di solito possono portare a palpitazioni, emicranie e aumento della pressione. Il dosaggio in questi termini sarà almeno 20 volte più basso rispetto alle classiche somministrazioni.
I topi utilizzati per la ricerca, hanno riportato anche una diminuzione dei livelli di colesterolo nel sangue e acidi grassi rispetto ai topi non trattati. Quello che puntiamo a sviluppare è un metodo indolore e pratico che chiunque potrebbe usare facilmente, è discreto e allo stesso tempo accessibile”, ha detto il professor Chen.

Il team NTU sta esaminando anche gli usi cosmetici per i cerotti della pelle.